Polvere di Stelle Forum
printprintFacebook
 
Pagina precedente | 1 | Pagina successiva
Facebook  

Metafonia : una logica carezza sul fenomeno Psicofonico

Ultimo Aggiornamento: 26/04/2015 02.39
Autore
Stampa | Notifica email    
OFFLINE
Post: 264
Città: ROMA
Età: 40
Sesso: Femminile
Amministratore unico
10/10/2014 16.48

Accostarsi a questo fenomeno non è un dovuto ma una scelta dettata dalla volontà di approfondire una realtà che trova spazio principalmente negli ambienti del paranormale ma che ha destato l'attenzione anche di persone illustri che poco hanno a vedere con l'extrasensoriale.
Tutto sommato quando ci accostiamo all'astronomia e all'ufologia Polvere di Stelle lo fa nel rispetto della realtà oggettiva dei fatti, provando a toccare con mano ove possibile e in mancanza di tale possibilità affidandosi ad esperti del settore. Questa volta pur adottando un metodo simile tentiamo di “sfiorare” l'argomento in quanto consci che i lettori attenti a questo argomento vengono per la maggiore da esperienze che richiedono rispetto assoluto : la perdita di un familiare, un amico è un evento traumatico cui l'essere umano non è in realtà mai preparato ; il vuoto è tutto ciò che rimane e molte volte il ricordo non è sufficiente per riempire quegli spazi che possono diventare molte volte veri e propri abissi in cui perdersi. Occorre in tal senso accostarsi in maniera quasi impercettibile, consci che probabilmente non verremo ascoltati o letti, tuttavia lo faremo poiché certi di “tenere in borsa” oltre a un minimo di conoscenza, anche e sopratutto etica personale che non ci permetta di scadere ( come spesso accade) nella prepotenza conoscitiva.

Per anni ho vissuto nel dubbio dopo aver ascoltato personalmente una traccia audio nel lontano 1996 fornita da “Zio Aldo” e “ Zia Teresa” che conteneva a loro parere dei files audio appartenenti alla loro figlia e mia cara amica Maddalena, morta a diciassettenne anni in un incidente automobilistico dopo tre settimane di agonia in ospedale. L'amicizia con Maddalena era nata in tenera età, in quanto cugina della mia migliore amica dei tempi di scuola. Parliamo dell'asilo, poi le elementari e medie. Ci eravamo un po' perse di vista agli inizi del liceo ma abitando in zona non era difficile incontrarsi in quel di Porta Portese dato che entrambe abitavamo nella stessa via a qualche portone di distanza. La notizia della sua morte fu chiaramente devastante e quell'episodio causò in me un cambiamento radicale dei modi di pensare e vedere la vita : tristezza, apatia e forte senso di disagio. Ricordo molto bene quelle sensazioni e oggi a distanza di anni il rispetto per quel dolore è dovuto, accarezzare questo argomento necessario.
Aldo e Teresa furono ospiti della trasmissione “Misteri” trasmessa sulla Rai dedicata alla psicofonia.



In quell'occasione Zio Aldo e Teresa ebbero modo di mostrare dei nastri da lui stesso registrati nella abitazione di Trastevere in cui si potevano udire delle tracce audio a suo parere relative alla voce di Maddalena e se non ricordo male anche alla nonna. Si trattava di tracce brevi il cui linguaggio non era facilmente comprensibile ma in alcuni istanti quei rumori sono diventati “timbri : così la mia mente mi traeva in inganno. Ma come? Quegli istanti sembravano essersi impressi nella mente e a lungo vi avrebbero dimorato in forma latente fino al giorno in cui spinta da curiosità decisi di approcciarmi alla psicofonia.
Ciò che trovai in rete erano siti dedicati al fenomeno creati da esperti del settore in cui le testimonianze dirette si presentavano sempre realistiche e spesso accompagnate da messaggi significativi, i quali tendevano alla spiegazione disincarnata delle entità fautrici degli stessi.
In molti casi negli stessi siti venivano riportate centinaia di tracce audio con relativa spiegazione della frase “ udita” dall'esperto. In questo caso con tutta onestà la maggior parte delle “voci” non era comprensibile,dico questo perché le uniche frasi ascoltate comprensibili erano quelle presenti sui siti dedicati al famoso Marcello Bacci. Di questo parleremo più tardi però.
Un caro amico, il valido Alessandro Novelli di Italian Research mi consigliò la lettura del volume scritto dal membro del CICAP Marco Morocutti, "Voci dall'Aldilà - indagine sulla psicofonia" e lui stesso avendo a disposizione il libro si offrì gentilmente di darmelo din prestito.
Il libro scritto in maniera ineccepibile affrontava il fenomeno della psicofonia in maniera scettica, tentando di fornire una o più spiegazioni plausibili non solo al fenomeno in sé ma alla costante di coincidenze “significative “. Esiste all'interno del libro un capitolo interamente dedicato alle esperienze dirette e sul campo e in tal senso Morocutti dedica molte righe ( per me fatto già di per sé incredibile) all'esperienza di “zio Aldo” e Maddalena, la cara amica cui parlavo qualche rigo fa.
Non ero a conoscenza dell'incontro tra Morocutti e i genitori di Madda per cui leggere l'esperienza riportata per esteso dall'autore è stato per me significativo a tal punto che la visione offuscata del fenomeno che avevo avuto per anni trovò finalmente una spiegazione e un punto fermo.
Per quanto mi riguarda la ricerca partiva da questa esperienza personale muovendosi poi su binari che non potevano non portare alla realtà oggettiva, certamente non più soggettiva, delle cose.
L'indagine di Morocutti sul caso di Maddalena Matano è presente anche sul sito del CICAP ed è possibile visionarla su www.cicap.org/new/stampa.php?id=100843

QUANDO

La Metafonia nasce con Raudive Konstantin, definito pioniere del fenomeno, il quale, dopo l'esperienza del “canto degli uccelli” impresso su nastro nel lontano 1959 e descritto poi da Friedrich Jurgenson (1903 – 1987) nel volume “ I dialoghi con l'aldilà” (in cui l'autore spiega l'esperienza di Raudive come interferenza da parte di una stazione radio anche se percepisce il dubbio derivato dall'interposizione poco casuale fra la registrazione voluta di un fringuello e una trasmissione radio che tratta di uccelli), definisce la Metafonia come esplicazione di voci quale energia vitale dell'intelligenza progressiva . Questo fenomeno fu ripreso poi anche dall'Ing. Carlo Trajna , il più tecnico fra gli autori italiani, il quale dopo aver analizzato migliaia di voci avanzava ipotesi sul procedimento di impressione delle voci su nastro magnetico sfruttando termini quali “produzione localizzata di campi elettromagnetici variabili a frequenta sonica “ oppure “ modificazione localizzata e significativa, mediante azioni fisiche, della velocità di propagazione delle onde elettromagnetiche “ o ancora “ trasposizione , del tempo udibile, di campi elettromagnetici di frequenza non acustica, in condizioni di invarianza energetica”.

METODI PRINCIPALI

Molti sono i sistemi per ottenere le voci ma tra i metodi principali troviamo :

RADIO quindi onde radio + trasmettirore + ricevitore
REGISTRATORE DOTATO DI MICROFONO quindi fissare su nastro magnetico ciò che il microfono sente

PSICOFONIA SU RADIO

La scelta dell'apparecchio può ricadere su un ricevitore moderno oppure uno di costruzione meno recente, a Valvole o a Transistor.

Radio a Valvole

[IMG]http://3.bp.blogspot.com/-lTCNVJP2LUs/U8g_V-dTj3I/AAAAAAAAC8M/YeVURBROTZg/s1600/radio+a+valvole+Kapsch.jpg[/IMG]

Radio a Transistor

[IMG]http://1.bp.blogspot.com/-8DjMn59koy0/U8g_mvrqmKI/AAAAAAAAC8U/J1NHM9DpFxA/s1600/SOKOL_bi_completa.jpg[/IMG]

Solitamente gli sperimentatori prediligono apparecchi di fattura più antica meglio se funzionanti a valvole e non ricevitori professionali impiegati dai Radioamatori.
Scegliendo una gamma di frequenza da ascoltare (OM-OC o gamma delle trasmissioni in FM fa 87,5 a 108 Megahertz ) dall'altoparlante si possono udire parole e suoni. Contrariamente se si sintonizza su una frequenza in cui non trasmette nessuno si udirà solo rumore indistinto.
Ruotare la manopola di sintonia lentamente fermandosi finché non si riconosce la giusta sonorità.
Si può impiegare in contemporanea un registratore per conservare su nastro le domande eventuali formulate e le risposte provenienti dall'apparecchio ricevente.

PSICOFONIA SU REGISTRATORE

Gli sperimentatori si dotarsi di un normale registratore a cassette (il più utilizzato) o a bobine.

[IMG]http://4.bp.blogspot.com/-af3YIKOWfXY/U8hAXy9yjzI/AAAAAAAAC8c/5_weaZcfVxo/s1600/tape-recorder.jpg[/IMG]

Fondamentale è la scelta del luogo quindi prediligono una stanza tranquilla. A questo punto pongono in funzione l'apparecchio rimanendo in silenzio o ponendo domande lasciando pause tra un quesito e l'altro. Addirittura alcuni sperimentatori preferiscono provocare suoni o rumori ( sfregamento di fiammifero su scatola, rumore acqua che scorre, fruscìo foglio di carta) immaginando che le “entità” vi possano aggiungere loro messaggi.
Si arresta la registrazione, riavvolgendo poi il nastro e si passa all'ascolto.

Il microfono registra solo suoni captati dal suo microfono interno incorporato negli apparecchi che sono facili da usare ma hanno una qualità molto bassa. Per questo per esperimenti di questo tipo
sarebbe sempre consigliabile l'utilizzo di un microfono esterno.

Inoltre e qui ribadisco che gli sperimentatori difficilemente utilizzano attrezzature audio professionali per i contatti con l'Aldilà. Nessun teccnico del suono professionista afferma di registrare voci dei defunti.

Esiste un procedimento diverso da quello descritto in precedenza, poco usato in ambito metafonico : il nastro montato al contrario.
Lo sperimentatore chiede a una persona di registrare alcune frasi su una comune audiocassetta parlando con voce normale. Terminata la registrazione lo sperimentatore apre l'involucro che rachiude il nastro magnetico e scambia la parte interna con quella esterna così che il nastro, una volta inserita la cassetta nuovamente nel registratore, scorra al contrario rispetto al verso in cui è stata registrata.
In questi casi i presunti suoni udibili saranno suoni senza significato e l'ascolto richiede più fasi.
Ne sa qualcosa la Sig.ra Gabriella Alvisi, conosciuta in ambiente psicofonico che utilizzava tale
sistema di registrazione in cui l'ascolto ripetuto più e più volte si rende necessario ai fini interpretativi delle voci udibili.
A questo punto occorre fermarsi un attimo e specificare che la Metafonia generalmente gode di due differenti situazioni :

INTERPRETAZIONE DELLE VOCI

La situazione più comune in ambito psicofonico per cui lo sperimentatore non riesce a riconoscere,durante il primo ascolto puro e semplice dei nastri, alcun messaggio che abbia senso compiuto. Questo fattore rende necessaria quindi l'interpretazione da parte dell'ascoltatore.

Esempio : VOCI


EVIDENZA DELLE FRASI

Le voci sono perfettamente udibili e comprensibili dall'ascoltatore e godono inoltre di senso compiuto nonostante un'evidente distorsione, tremolio che rendono le voci innaturali. Esperienze di questo tipo appartengono al Gruppo Sperimentatori di Grosseto facente capo a Marcello Bacci molto noto in nell'ambiente metafonico.

Esempio in video :



DIALOGHI BACCI IN FORMATO PDF

IL CENTRO PSICOFONICO DI GROSSETO

Fondato da Marcello Bacci e Luciano Capitani .
Bacci,tecnico radiofonico di provata esperienza, si approcciò alla Parapsicologia già nel 1949 approfondendo la psicofonia nel 1965 fino al 1980.

Il Gruppo è conosciuto a livello mondiale metafonico per l'uso progressivo e notevole dei mezzi tecnici applicati alle sedute, sedute o se vogliamo chiamarli esperimenti a cui hanno partecipato nel tempo personalità quali il Radiotecnico Enrico Bernazzani, Carlo Trajna, Ingegnere e studioso di Psicofonia, Paolo Presi sperimentatore Udinese di Psicofonia, F. Jurgenson che nel 1982 prese parte a una seduta con Marcello Bacci.

[IMG]http://3.bp.blogspot.com/-XFFVeeFlmSE/U8hIxBDkeJI/AAAAAAAAC8s/dwK35nuSxkk/s1600/bacci.jpg[/IMG]

Lo stesso autore del libro Marco Morocutti si dichiarò interessato alle sedute organizzate da Marcello Bacci e tramite l'autrice e divulgatrice sui temi della Psicofonia chiese a B. di poter assistere di persona a uno degli incontri tenuti dal Centro aggiungendo che non aveva intenzione di toccare le apparecchiature. Per tutta risposta il Bacci, si immagina a causa della posizione di Morocutti all'interno del CICAP ( Comitato di controllo sulle affermazioni paranormali), rispose con un lapidario “ Spiacente, ma data la sua posizione non se ne parla nemmeno”.Occorre precisare che questa sperimentazione seguì una serie di indagini che videro la partecipazione di personalità quali Carlo Trajna e Mario Salvatore Festa,docente di Fisica e di Radio Protezione Fisica presso l'Università di Napoli e dal radiotecnico Franco Santi.

Il Centro di Grosseto opera principalmente con Radio a Onde Corte tra i 6 e i 7 MHZ con preferenza verso i 7,2. La particolarità di Marcello Bacci si esplica nelle VDR ( voci dirette alla radio), voci ottenute direttamente dall'apparecchio radio, una vecchia radio a valvole, sintonizzata su di un fruscio bianco nelle onde corte, piuttosto con una radio a transistor.
Questa sua sperimentazione iniziò nel 1973,dopo una prima fase di Psicofonia sperimentata attraverso il registratore.
Da citare assolutamente la sperimentazione con Marcello Bacci tenutasi aGrosseto il 5 Dicembre 2004 alla presenza di un gruppo di qualificati ricercatori italiani ed altri provenienti dal Portogallo e dall'Inghilterra.
Occorre precisare che la sopracitata sperimentazione seguì una serie di indagini che videro la partecipazione di personalità quali Carlo Trajna e Mario Salvatore Festa,docente di Fisica e di Radio Protezione Fisica presso l'Università di Napoli e dal radiotecnico Franco Santi.
Un 'indagine fu fatta alla presenza del dr. ing. Carlo Trajna nella quale una seconda radio fu posta accanto a quella del Bacci, alimentata dalla stessa presa di corrente ed utilizzante la propria antenna individuale, fu sintonizzata nelle onde corte sulla stessa frequenza della radio del Bacci. Mentre quest’ultima riceveva comunicazioni da parte di una voce anomala, dalla seconda radio usciva solamente il normale fruscio bianco (Trajna, 1985). Questo esperimento elimina la possibilità di voci anomale prodotte fraudolentemente.

Un secondo ed ugualmente significativo esperimento fu quello eseguito dal prof. Mario Salvatore Festa, docente di Fisica e di Radio Protezione Fisica presso l’Università di Napoli, e dal radiotecnico Franco Santi. Tale esperimento consistette nella rimozione dalla radio del Bacci, durante la ricezione di voci anomale, di due valvole, la ECC85 (rivelatrice FM) e la ECH81 (convertitrice AM/SW), rilevando che anche senza queste valvole (in assenza delle quali non si può ricevere le normali stazioni radio delle onde corte) le voci hanno continuato a parlare senza alcuna interruzione.
Durante quest’esperimento il prof. Festa aveva pure misurato l’intensità sia del campo elettrico sia di quello magnetico nei pressi della radio, nelle condizioni di radio spenta e di radio accesa, sia durante le normali trasmissioni radiofoniche sia durante la manifestazione della voce.
Dai rilievi fatti i parametri relativi ai due campi non rivelarono variazioni significative né all’inizio del fenomeno né dopo la rimozione delle valvole mentre la voce continuò ad esprimersi. I rilievi indicarono inoltre che i valori misurati erano in pratica uguali a quelli rilevati con la radio spenta.

LE ONDE CORTE E I RADIOAMATORI

Molte sono le stazioni radio che utilizzano le Onde Corte. I Radioamatori per fare un esempio lo sanno molto bene : ore e ore in contatto con corrispondenti lontani, tanto è che questi appassionati conoscono il mondo della radio come le loro tasche. La Gamma delle Onde Corte riguarda le frequenze tra i 3 e i 30 Megahertz. A livello pratico avendo di fronte una radio a O.C. E girando la manopola di sintonia si scoprono un numero enorme di emittenti che trasmettono da tutto il mondo . Prima dei Satelliti Artificiali , le Onde Corte hanno costituito l'unico canale praticabile per inviare trasmissioni a grande distanza.
Vediamo insieme quali servizi si possono ascoltare su queste frequenze :

Radiofonia Internazionale
Radioamatori
Telegrafia e Telescriventi
Segnali di Tempo Campione
Immagini in formato Fax
Suoni Insoliti o Interferenze

[IMG]http://2.bp.blogspot.com/-wEvddR65BbA/U8hJ28W2ziI/AAAAAAAAC80/lGHAhwRZbEw/s1600/Complessivo_stazione_radio_01.jpg[/IMG]

Particolare attenzione merita la piazza dei Radioamatori, un mondo oserei definire di appassionati
che hanno scelto di comunicare grazie alle Onde Corte in diverse lingue e usando termini in un codice e gergo particolari. Da sottolineare il modus di trasmissione che impiega la tecnica della Modulazione SSB ( Single Side Band / Banda Laterale/Unica) per una migliore efficienza nei collegamenti fra stazioni lontane e per un miglior sfruttamento del sistema radio.
In pratica il circuito SSB fa sì che la voce risulti naturale,non alterata ma sopratutto le parole comprensibili.

SPIEGAZIONE RAZIONALE DELLA METAFONIA

La Metafonia in migliaia e migliaia di file audio ha donato suoni, rumori, frasi più o meno comprensibili ma sopratutto ha regalato speranze e sollievo ad anime che non si davano per perse e riconoscevano nelle voci una matrice soprannaturale, spirituale o religiosa.
Spiegare logicamente il dolore è come tentare di spiegare un altro nobile sentimento : l'amore.
Entrare in questi spazi così intimi può sembrare quasi una violenza. Non è questo lo scopo. Non è questo. Eppure capita di sentire di persone circuite da maghi e santoni, personaggi senza scrupoli che regalano brevi e incostintenti attimi di pace ad animi perennemente in tempesta.
Che nessuno tocchi i nostri cari defunti! Non per soldi né per mancanza di etica.
Provo quindi a pensare alle registrazioni psicofoniche come per esempio a semplici voci di radioamatori ricevute in maniera errata poiché non stati impiegati da parte dello sperimentatore gli strumenti adatti.

Provo a immaginare a quella che i radioamatori dilettanti chiamano Interferenza Splatter o in gergo “ Sblatero” che avviene quando una radio ricevente viene investita da un segnale molto forte che irrompe violentemente nei circuiti e finisce per essere ascoltato anche se appartiene a una frequenza diversa da quella su cui la radio è sintonizzata : il suono sarà distorto e incomprensibile ma comunque abbastanza forte da sovrapporsi alle normali trasmissioni. Questo può capitare per esempio quando nei paraggi ( del luogo di sperimentazione metafonica) si trova un radioamatore che impiega una radiotrasmittente di elevata potenza che magari,come capita tra i radiomatori,sfrutta un linguaggio particolare usando nomi di fantasia (nominativi).

Provo a pensare alla Navigazione Marittima e alle navi che usano la SSB (vedi il capitolo delle Onde Corte e i Radiomatori) e le frasi che la Alvisi e altri hanno molte volte ascoltato in cui si parlava di una nave.

Penso agli strani suoni uditi durante le sedute tenute dal centro Psicofonia di Grosseto su Onde Corte, suoni che somigliano al verso del grillo “ Cri-Cri” ( effetto grillo) spiegati dagli sperimentatori metafonici come preavvisi del paranormale e penso all'effetto del procedimento utilizzato per inviare immagini via radio dai servizi meteorologici per distribuire le carte del tempo destinate alle Capitanerie di Porto e alla navi in navigazione : proprio come in un telefax l'immagine viene suddivisa in righe orizzontali, trasmesse una dopo l'altra ; il segnale assume una cadenza intermittente e ripetitiva perché ogni riga viene trasformata in un breve suono. Inoltre parliamo di segnali che provengono da lontano per cui la ricezione è chiaramente disturbata da un caratteristico effetto di evanescenza ( vai e vieni).

Penso alle Radio a Valvole talvolta di provenienza militare le cui prestazioni non sono eccellenti.

Penso alle registrazioni su nastro tramite Registratori il cui microfono invia al registratore tutti i suoni presenti nell'ambiente e che possono essere oggetto di cattiva interpretazione e che danno vita a quelle che vengono definite illusioni acustiche.

Penso all'esperimento del 2004 in cui Bacci tolse tutte le valvole dalla Radio a Onde Corte e le voci continuarono per qualche minuto a parlare. Sappiamo che esiste una valvola chiamata EM34 o
"occhio magico”, la cui placca è alimentata direttamente, ma la griglia prende il valore dall'uscita della MF ( media – frequenza ), pertanto non si sente nulla perché manca la valvola finale audio, la valvola rivelatrice e tutto il resto. Tuttavia l'assenza di una valvola raddrizzatrice e le “capacità parassite”, permettono una rilevazione minima, in presenza di segnali superiori al microvolt. Le capacità parassite, sui ricevitori, consentono anche la ricezione DSB, ovviamente distorta dalla mancanza del rivelatore a prodotto, che dà l'idea di sentire “voci strane”.

Si ipotizza una sorta di manipolazione durante alcune sedute che sfrutti l'intromissione di voci nella gamma di frequenze FM tramite un piccolo trasmettitore, un radiomicrofono concepito per effettuare esperimenti nel campo della trasmissione radio e per comunicare a breve distanza. Nei negozi spystore non è difficile trovare trasmettitori già pronti all'uso. Sarebbe sufficiente la presenza di un tecnico esperto per capire se non vi sia qualcuno nelle vicinanze che stia usando un radiomicrofono tramite un misuratore di campo che rileva la presenza di trasmettitori nelle vicinanze.

Qualunque sia la soluzione sta di fatto che buttarsi alla cieca non conviene mai e per quanto si stia parlando di un ambito particolare per ambiente e circostanza non ci si dovrebbe mai discostare troppo dalla seguente affermazione “Ad affermazioni straordinarie devono corrispondere prove altrettanto straordinarie"

Fonte
Fonte
Fonte
Fonte
Fonte
[Modificato da Abate.Francesca 10/10/2014 17.53]
Io gli spazi vuoti li ho sempre riempiti di stelle. Forse anche con una nota ogni tanto e un sorriso.
Gioco di associazione di parole Ipercaforum149 pt.22/09/2017 20.56 by possum jenkins
Chi passa di qui??? Oasi Forum102 pt.23/09/2017 07.15 by possum jenkins
Monica Bertini a Mediaset PremiumTELEGIORNALISTE FANS FORU...64 pt.23/09/2017 10.16 by ponente@
OFFLINE
Post: 114
Sesso: Maschile
Stellar Nebula
21/04/2015 09.41

la metafonia è un'evoluzione in chiave tecnologica del millenario tentativo dell'uomo di comunicare con il mondo invisibile dei morti, una volta resosi contro del terribile destino che lo attendeva ha cercato sin dalla preistoria di capire cosa ci sia dopo la morte, inizialmente questa ricerca era condotta dagli sciamani che con sostanze psicogene cercava di sondare i mondi invisibili, in seguito il compito fu affidato a oracoli e sacerdoti sino ad arrivare all'800 e la nascita dello spiritismo a opera di Allan Kardec, con la scoperta dell'elettricità si cercò di utilizzare quest'ultima per comunicare con il mondo dei morti, anche l'inventore della lampadina Tomas Edison non fu esente da questa ricerca, oggi ho notizie di persone che a loro dire si collegherebbero con le anime dei defunti tramite il sofwtare Skype che avrebbe sostituito tavola Ouija



con l'avvento del mito dei dischi volanti assistiamo alla nascita di nuovi medium gli channeller o canalizzati che asseriscono di comunicare oltre che con entità aliene e con entità disincarnate che dimorano in altri piani esistenziali.
Allo stato attuale non esiste nessuna prova di un mondo oltre la vita come non esiste nessuna prova sulla trasmigrazione delle anime e sulla comunicazione con i defunti.

Penso che il discorso sia basato sulla fede e non sulla ricerca scientifica che ben poco può fare in un campo dove regnano i sentimenti delle persone,


Qualche approfondimento

Lo spiritismo

Storia Metafonia

[URL= www.mistero-curioso.com/2009/07/la-scienza-e-lo-spiritismo.html... e Spiritismo

Edison



[Modificato da eone nero 21/04/2015 09.46]
_______________________________________________________________________________________

Compito della scienza non è aprire una porta all'infinito sapere, ma porre una barriera all'infinita ignoranza.
OFFLINE
Post: 145
Sesso: Maschile
Vice Amministratore
26/04/2015 02.39

eone nero, 21/04/2015 09:41:

persone che a loro dire si collegherebbero con le anime dei defunti tramite il software Skype




Ecco, questa mi è nuova!! Ma cose da pazzi... [SM=g4243318]



_________________________________________________________________________________________

"Non c'è belva tanto feroce che non abbia un briciolo di pietà. Ma io non ne ho alcuno, sicché non sono una belva." Riccardo III - William Shakespeare
Amministra Discussione: | Chiudi | Sposta | Cancella | Modifica | Notifica email Pagina precedente | 1 | Pagina successiva
Nuova Discussione
 | 
Rispondi
Cerca nel forum

Home Forum | Bacheca | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.4.4.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 11.03. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2017 FFZ srl - www.freeforumzone.com